Informativa sull'uso dei cookie

Docenze

AccessibilitĂ  e qualitĂ  dei video per gli Enti pubblici della Toscana

Author: Roberto, Posted On: dicembre 8th, 2010, In: Docenze

In novembre ho tenuto alcune docenze per i dipendenti degli Enti pubblici della Toscana, a Pisa, Firenze e Siena, all’interno del Progetto Aquarius dell’Istituto di scienza e tecnologie dell’informazione "Alessandro Faedo" del CNR di Pisa.
Ho parlato di accessibilità e qualità dei contenuti audiovisivi sul Web. Oltre a essere un Webdesigner e un Videomaker free-lance, sono dipendente part-time della Regione del Veneto (dove curo il portale video della Mediateca regionale), e questa doppia identità professionale mi ha consentito di dialogare proficuamente con i colleghi toscani, essendo consapevole della complessità del rapporto fra PA e fornitori di servizi video, e della ancora limitata valorizzazione delle risorse interne dotate di specifiche competenze in materia di audiovisivi progettati per il Web.

Nelle tre giornate di docenza ho iniziato il percorso didattico con la descrizione del processo di produzione dell’audiovisivo orientato al Web, suddiviso nelle sue varie fasi, che richiedono diverse abilità e coinvolgono molti profili professionali.
Ho raccolto alcune esperienze personali di lavoro dei discenti, che trovano corrispondenza con uno o più degli step del processo. 
E’ emersa una concreta possibilità, sebbene ancora abbozzata, di contemplare o prefigurare – nell’organizzazione del lavoro negli Enti pubblici – le professionalità già da tempo riscontrabili in ambito aziendale nella produzione, postproduzione e comunicazione video online: regia, screenwriter, storyboarder, operatore video, fonico, montatore, content manager, content editor, social networker, community manager.
 
Alcuni fra i discenti sono coinvolti in attività di progettazione di audiovisivi, di ripresa e montaggio video, di organizzazione e pubblicazione di video, anche con finalità di valorizzazione del territorio, di story-telling e comunicazione di servizi.
Attraverso il confronto diretto con esperienze concrete nella PA, il discorso sull’accessibilità per i disabili dei video – che deve essere considerata in tutti i passaggi del processo di produzione – si è è potuto svolgere in serrato dialogo fra gli aspetti teorici e gli aspetti operativi, e fra le strategie di comunicazione senza discriminazioni e le tecnologie necessarie per garantire l’infoinclusione nella fruizione degli audiovisivi in Rete.
 
L’attività di docenza è stata orientata non solo a fornire le esemplificazioni, tutte le necessarie nozioni teoriche e pratiche e la visione di insieme dei problemi dell’infoinclusione nella fruizione di video in Rete, ma anche a proporre una visione articolata di scenario, per organizzare (o riorganizzare) il processo di produzione all’interno dell’organigramma e mansionario dell’Ente di appartenenza, con la finalità di valorizzare la qualità del lavoro, le competenze tecniche e redazionali esistenti o da formare, il dialogo fra i diversi momenti del processo, e la considerazione delle tecniche per l’infoinclusione come occasione per migliorare la qualità della comunicazione a favore di tutti i destinatari del messaggio (semplificazione, rinforzo dei codici, chiarezza e trasparenza del messaggio, facilità d’uso, facile reperibilità).  
 
Nel corso di una delle due esercitazioni pratiche, ho proposto ai discenti di predisporre un testo per l’audiodescrizione che descrive il contenuto visivo (non dialogico) di due brevi scene tratte dal film Chocolat: un lavoro squisitamente redazionale. Può sembrare strano, ma la cura dei contenuti audiovisivi richiede competenze e sensibilità umanistiche, è un lavoro di interpretazione e si lavora – all’origine – con il testo, prima ancora che con la videocamera, con il montaggio video, l’encoding e i formati.  
Dopo la visione delle scene, e l’analisi delle scene mostrate nei vari componenti scenografici, i discenti hanno descritto in un testo tutto quello che di non dialogico avviene nelle scene (e che quindi, senza una voce fuori campo che legge la descrizione, non può essere percepito da chi non vede).
L’esercitazione ha suscitato vivo interesse, e ben 18 diverse "visioni" delle scene hanno potuto confluire – attraverso una mia selezione – in un testo da leggere come voce narrante fuori campo, come frutto di una scrittura collettiva. I testi per le due scene sono stati registrati da una voce professionale in file Mp3, che è possibile eseguire in modo sincronizzato assieme al video utilizzando un player che consente di corredare i filmati di sottotitoli e audiodescrizione (attivabili/disattivabili), integrandolo inoltre con una console aggiuntiva di comandi attivabili con qualsiasi configurazione hardware e software e con qualsiasi periferica di input.
Il prodotto dell’esercitazione verrà pubblicato all’interno del sito Web del W3C Italia, sezione Progetto Aquarius.
 
la classe fiorentina di Aquarius
 

Su HTML5 Video a SMAU 2010

Author: Roberto, Posted On: ottobre 22nd, 2010, In: Docenze

Registrazione video integrale del seminario che ho tenuto allo SMAU 2010, sugli scenari attuali e futuri del Video-on-the-Web.
Ho esaminato pro e contro delle diverse possibili scelte per l’erogazione in Rete dei video: WebM, Html5 video e Flash video, Silverlight, e relativi player e codec, anche con riguardo all’accessibilità, alla facilità d’uso nell’authoring e nella postproduzione video, e alle soluzioni per la compatibilità cross-browser. Come per il seminario dello scorso anno l’interesse è stato notevole. In un anno molte cose sono cambiate, in particolare il codec VP8 per WebM ha cambiato lo scenario rafforzando la diffusione del video in HTML5. Ma per i dettagli segui il video: in poco più di 20 minuti una visione di insieme del video on the Web.

Le slide

Link diretto alle slide su Slideshare

Roberto Ellero durante lo speech a Smau 2010 su HTML5 e Web Video

Roberto Ellero e il pubblico dell'arena durante lo speech a Smau 2010 su HTML5 e Web Video
foto di Romina Donà

I video delle TWIT 3

No Comments

Author: Roberto, Posted On: maggio 3rd, 2010, In: Docenze Video

Sono proprio contento di postare i video ideati e sceneggiati dalle TWIT 3, le corsiste di The Woman in Tech 3.0 – III edition, percorso formativo dedicato a giovani donne, per formare una figura in grado di progettare e sviluppare applicazioni grafiche per il Web, Red Oddity, Bolzano, da dicembre 2009 a settembre 2010.

Un gruppo di quindici ragazze giovanissime, superintelligenti e supercreative, con cui – in una settimana del mio modulo sul video per il Web – ho potuto realizzare due progetti video, un cortometraggio e un’intervista, a partire dall’ideazione, attraverso il soggetto, lo storyboard, i set, le riprese e il montaggio, fino alla pubblicazione: un’esperienza didattica e di vita intensa e felice.
 

Intervista a Kareen Raynaud, Responsabile area comunicazione – Italia,
Tis Innovation Park, Bolzano.

Progetto regia e set: TWIT 3 (The Woman in Tech 3.0, redoddity.it).
Riprese e montaggio: Roberto Ellero – www.webmultimediale.org


A mia immagine (e somiglianza)

Cortometraggio realizzato dalle TWIT 3 (The Woman in Tech 3.0, redoddity.it).
Progetto, soggetto e sceneggiatura: TWIT 3
Regia: Laura Sogni
Musica: A mia immagine (e somiglianza), by Alessia Porta – Le Sinapsi – www.lesinapsi.it
Interpreti (in ordine di apparizione): Silvia Sommadossi ed Eleonora Marzadro
Riprese, montaggio e Second Life Machinima: Roberto Ellero www.webmultimediale.org
Le TWIT 3:
Silvia Anderle, Genny Baldo, Nikolina Dakic, Giovanna Eccher Dall’Eco di Monte S. Maria, Manuela Herbst, Maria Lorenzi, Nadia Malfertheiner, Eleonora Marzadro, Cecilia Noro, Karin Pertoll, Letizia Salamone, Laura Sogni, Silvia Sommadossi, Miriam Sonna, Valentina Stimpfl.

Testo della canzone "A mia immagine", di Alessia Porta:

Se passo per strada stai attento
se mi prendi dentro
perché io cerco un tuo elemento
Ti vedo, ti guardo e comprendo
dal tuo portamento
hai qualcosa che io voglio e non mento

Se sento un odore, volendo
mi piace, lo prendo
è un prestito ma poi te lo rendo
Controllo ogni tuo movimento
se parli commento,
ma ascolto il tuo timbro violento

Stai attento,
perché se voglio, io rubo
la tua personalità

Stai Attento,
io gioco col tuo ego
e credo sia una qualità

Se cerco una nuova espressione
ti studio sapendo
che voglio un po’ del tuo comportamento
Se un gesto o uno sguardo mi attira
lo prendo di mira
lo imparo e lo uso senza misura

http://sinapsi.weebly.com/lyrics.html
 

Video e HTML 5 a SMAU 2009

1 Comment

Author: Roberto, Posted On: novembre 5th, 2009, In: Docenze Eventi Video

Il video del seminario che ho tenuto a SMAU 2009, in cui confronto la situazione attuale dei video sul Web con i possibili scenari futuri, attraverso esempi in produzione e la comparazione delle tecnologie consolidate Flash-based con le potenzialità del nuovo elemento Video in HTML5: supporto built-in nei browser come avviene per le immagini, i codec Ogg Theora e H.264, le manipolazioni Javascript, la liberazione dalla dipendenza dai vendor per i plugin. Esamino pro e contro nelle diverse possibili scelte per l’erogazione in Rete dei video, anche con riguardo all’accessibilità, alla facilità d’uso nell’authoring e nella postproduzione video, e alle soluzioni per la compatibilità cross-browser.

Slide | Visualizza più esteso su Blip.tv

Incontro al COMPA 2007 sul Web multimediale

No Comments

Author: Roberto, Posted On: febbraio 24th, 2009, In: AccessibilitĂ  Docenze Eventi

Il 7 novembre ho tenuto un seminario al COMPA, invitato dalla Regione Emilia Romagna. Ho trattato questi argomenti: Accessibilità e qualità degli audiovisivi per il Web – Una soluzione ideale ai problemi di accessibilità degli audiovisivi sul Web – Un Video Share accessibile (www.webmultimediale.it).
E’ disponibile il video dell’incontro.